Feedback e testimonianze di chi ha letto il libro Ospitalità 4.0

Un ottimo manuale operativo per l’albergatore con strategie, consigli e suggerimenti pratici per affrontare il cambiamento tecnologico in atto nel mondo dell’ospitalità. Da come gestire i processi interni della struttura, all’uso intelligente della tecnologia, passando per canali di distribuzione e gestione del prezzo.

Un libro indicato a tutti gli operatori del turismo che desiderano approcciarsi alle innovazioni del settore.

Scritto da Marco Matarazzi di Slope, il libro utilizza un linguaggio chiaro ed accessibile a tutti, con molti esempi pratici, schemi e grafici.

Consigliato!

Armando Travaglini
Digital Marketing Turistico

Tutta la tecnologia che serve per lavorare in hotel spiegata in maniera estremamente lineare da Marco Matarazzi.


Fino ad oggi non esisteva un manuale sull’ospitalità così ricco e completo e, allo stesso tempo, semplice e fluido da leggere.
Tanti esempi per una guida pratica che risulta utile a tutti, dagli albergatori alle prime armi fino a quelli più esperti; un ponte panoramico su cui passeggiare per arrivare facilmente al futuro dell’hotellerie.


Se sei un albergatore fatti un favore, compra questo libro e comincia a lavorare meglio e più proficuamente!

Fabrizio Zezza
Hotel Nerds

Marco Matarazzi, autore del libro e co-fondatore di Slope, non ha di certo bisogno di presentazioni per chi come me opera nel settore turistico, pertanto mi concentrerò nel fare alcune considerazioni su quanto ha scritto.

Il suo manuale è molto pratico, conciso e di facile lettura. Mai banale e mai scontato. Potrebbe apparentemente sembrare che si tratti dei soliti argomenti, del solito libro, ma non è affatto così. Tutte le pagine possono senza dubbio arricchire le conoscenze di chiunque fosse già attivo o volesse intraprendere il suo cammino nel turismo ed ospitalità turistica.

Personalmente ho trovato molto interessante ed originale il secondo capitolo dedicato alla Tecnologia.

Non è facile spiegare così agilmente concetti come il “cloud”, o le differenze tra “cloud” e software “on-premise” o ancora le API (acronimo di Application Programming Interface), soprattutto quando sono aspetti così determinanti nelle scelte software di una struttura ricettiva che vuole e deve semplificarsi la vita nella gestione alberghiera automatizzando i processi lavorativi e produttivi.

In questo capitolo viene svelato e fatto comprendere perché le scelte tecnologiche non possono più essere banalizzate o improvvisate.

Ospitalità 4.0 poi induce anche a riflettere su temi sempre importanti come la strutturazione di un sito web dotato di booking engine, il channel manager, potenzialità del PMS, del CRM, le strategie di distribuzione, come stabilire i piani tariffari, come sfruttare i canali di vendita (OTA, Metasearch), la differenza tra pacchetti e tariffe promozionali, per poi arrivare al capitolo conclusivo dedicato all’importanza dei dati e della reportistica raccolti sempre tramite software che sappiano poi elaborare e confezionare informazioni e nozioni preziose per il team alberghiero per una proficua strategia di vendita e miglioramento del servizio di ospitalità.

Tutto il manuale acquisisce ancora più valore e veridicità perché trova conferma e fondamento nel professionale e quotidiano lavoro di Marco Matarazzi e di tutto il team Slope. Tra le pagine di questo libro si percepisce chiaramente l’esperienza di persone che in questo settore ci lavorano da tempo e in modo serio.

Credo proprio che l’albergatore, anzi l’albergatore moderno, dovrà leggere questo libro e guida pratica.

Buona lettura!

Danilo Pontone
Hotel 2.0

Il settore dell’Ospitalità ha conosciuto, nell’ultimo periodo, una trasformazione che ha influito su tutti gli aspetti che riguardano l’attività dell’albergatore.

Una rivoluzione – per lo più digitale – che ha cambiato in maniera sostanziale le pratiche e le strategie che gli operatori di questo segmento era abituati a portare avanti da anni. I sistemi utilizzati fino ad ora iniziano a non funzionare più e comportano un dispendio di tempo ed energie a cui diventa sempre più difficile far fronte.

Il bel volume di Marco Matarazzi mette perfettamente a fuoco proprio questa nuova realtà, inquadrando con grande lucidità il cambiamento ad oggi in atto. E segnalando, al contempo, le strategie per innovare in maniera vincente procedure operative e business model.

La sua “Guida pratica per l’albergatore moderno”, riesce davvero a costituire uno strumento efficace per supportare al meglio tutte le figure che operano nell’ambito dell’Hospitality.

Di questo volume, che ha la qualità non trascurabile di farsi leggere con piacere tutto d’un fiato, ho particolarmente apprezzato la capacità di fornire un dettagliato quadro d’insieme del segmento alberghiero, nel quale si evidenzia l’importanza di gestire in maniera integrata tutti i diversi processi che fanno parte delle attività degli addetti ai lavori.

Dall’importanza di dotarsi di strumenti tecnologici e software orientati alla semplificazione e ottimizzazione delle operazioni gestionali, alla necessità di studiare accuratamente la strategia di distribuzione e i canali di vendita, avvalendosi di una corretta impostazione dei piani tariffari.

Il libro riesce ad affrontare in maniera esaustiva i singoli approfondimenti sulle varie aree tematiche specifiche, fornendo un’analisi mai banale di ciascun argomento. La trattazione dei singoli punti, così com’è impostata, appare in grado di offrire nuovi spunti e punti di vista sia a chi già vanta un’esperienza consolidata del comparto, sia a chi si approccia per la prima volta a questo mondo.

In particolare, l’autore ha centrato l’obiettivo non scontato di proporre chiavi di lettura inedite anche su tematiche già dibattute. Introducendovi concetti originali, come ad esempio la presentazione della ‘piramide delle prenotazioni’ per quel che concerne la distribuzione. O, ancora, lo spazio dedicato all’importanza di un’efficace elaborazione dei dati affinché da semplici numeri e annotazioni possano diventare strumenti indispensabili per trasmettere informazioni utili.

Insomma, “Ospitalità 4.0” si rivela un manuale prezioso per quanti desiderino approcciarsi con cognizione di causa ai mutamenti ormai in atto, per tramutare la necessità di adattamento in nuove opportunità di crescita.

Francesco Mongiello
Formazione Turismo
Eleonora Zoccoletti Ospitalità 4.0

Ho letto tutto d’un fiato il libro di Marco.


Finalmente un manuale che spiega concetti difficili con parole molto semplici e soprattutto con tanti esempi pratici.
Qualsiasi albergatore che non lavora in questo modo, perché ritiene difficile poterlo farlo o vede da qualche parte ostacoli insormontabili, si ritrova delle indicazioni e degli schemi precisi che possono essere semplicemente copiati e messi in pratica seguendoli passo a passo, ritrovandosi senza nemmeno accorgersi le cose fatte e pronte.

Ho apprezzato tantissimo il capitolo dedicato al cloud, ho letto tutto d’un fiato quello sui canali di vendita e distribuzione e mi sono segnata tanti appunti quando è stato trattato l’argomento relativo ai centri di costi.
Ne ho suggerito ampiamente la lettura a tutto il mio team, lo considero un manuale di studio a tutti gli effetti.


Ritengo che sia d’aiuto non solo a chi lavora in una struttura ricettiva, ma anche a tutti quei professionisti che, come me, supportano e accompagnano ogni giorno gli albergatori a trovare il modo giusto per fatturare di più lavorando con più qualità e ottimizzazione di risorse, siano esse persone, soldi, tempo e strumenti.

Grazie Marco per questo tuo testo!

ELEONORA ZOCCOLETTI
Swing Strategies

Mi sono tuffato nel libro di Marco, ed è andato giù come un bicchiere di acqua e questo grazie alla semplicità con la quale nel libro, si affrontano argomenti che sono tutt’altro che semplici.

Si passa dalla pura analisi revenue, spiegato in maniera “semplificata”, fino alla delicatissima gestione dei costi, passando per tutto ciò che è legato al mondo dell’ospitalità.

Ma quello che più mi è piaciuto è stato il cercare di trattare tutti gli argomenti legati al management alberghiero, in modo quasi elementare, da una persona che, data la sua fortissima esperienza, sarebbe potuta cadere in terminologie tecniche e complesse, che solo i più navigati manager avrebbero potuto capire.

Questo fa si che il libro sia adatto al manager che vuole rivedere certe sue teorie, ma anche a colui che vuole intraprendere questa meravigliosa carriera ed è alle prime armi.

Grazie Marco per questa piccola ma importante opportunità che ci dai con questo libro!

Massimiliano Celestini
Diamond Consulting

Un concentrato di strategie, idee e suggerimenti pratici adatti agli attori del settore.

Il manuale è in grado di analizzare con semplicità ogni aspetto del mondo alberghiero e offre soluzioni ideali per essere al passo coi tempi. É adatto ad esperti, per avere una visione oggettiva delle attività attuali, e utile per chi è alle prime armi e desidera comprende il vero punto di partenza per la gestione quotidiana di una struttura ricettiva.

Ogni capitolo del libro offre un’ampia visione su ciò che il gestore deve “affrontare” nella fase di scelta del software, nel momento della definizione dei prezzi, nella selezione dei canali di vendita adatti alla struttura ricettiva, le strategie da applicare e il valore dei dati e delle informazioni che si ottengono durante la fase di analisi.

Un insieme di spunti di rilievo a supporto del settore ricettivo.

Luisa Antonelli
Direzione Hotel

Un testo scorrevole e ricco di spunti, volto soprattutto a sottolineare l’importanza dell’agilità, della flessibilità e delle integrazioni tecnologiche per gestire con successo le strutture alberghiere al giorno d’oggi.

Il libro offre uno sguardo molto attento sul mondo dell’Ospitalità 4.0, arrivata, quindi, alla sua “quarta rivoluzione”; uno sguardo che prende in considerazione l’importanza della montagna di dati da interpretare, della complessità del flusso di prenotazione e acquisto dei potenziali ospiti, e del dinamismo tecnologico applicato in ogni fase gestionale.

Non da ultimo, sottolinea l’importanza del giusto approccio mentale per accogliere le innumerevoli novità in campo.


Concludo dicendo che è giusto chiamarlo “manuale” perché non si limita a descrivere, ma propone soluzioni efficaci per ogni step gestionale.

Luca baldazzi
Spotty